Il progetto educativo

La specifica visione cattolica

La nostra scuola dell’infanzia di ispirazione cattolica pone al centro del suo operato i valori della vita, dell’accoglienza, della condivisione, della solidarietà, della tolleranza, della pace.

Il bambino si pone e pone domande impegnative sul significato e sul senso dell’esistenza.

La testimonianza dei valori della fede permette di rispondere concretamente a questa esigenza che è ineludibile per uno sviluppo equilibrato della personalità del bambino.

La centralità del bambino nel processo educativo

Mettere al centro il bambino significa:

  • riconoscere che è un individuo già in possesso di straordinarie capacità e specifiche competenze sul piano non solo affettivo, ma anche cognitivo;

  • garantirgli il diritto ad uno sviluppo armonico di tutte le componenti della personalità, tenendo conto che, dai tre ai sei anni, egli esprime, nella sua azione, la stretta interrelazione tra aspetti motori, psicoaffettivi e cognitivi;

  • essere consapevoli che impara e trasforma quello che ha già imparato, costantemente: qualsiasi situazione è per lui situazione di apprendimento;

  • accogliere il suo bisogno di relazioni significative con gli adulti, con i compagni, con la realtà: significative perché in grado di restituirgli un’immagine positiva di sé sostenendo la maturazione dell’identità, dell’autonomia, delle competenze, lette in rapporto dinamico tra di loro;

  • riconoscere nella sua storia personale e nell’appartenenza ad un contesto famigliare preciso il punto di partenza della sua esperienza scolastica.